Il ricovero ospedaliero

Esistono diverse tipologie di ricovero distinte a seconda delle caratteristiche che lo stesso assume:


Urgenza Emergenza

 Il ricovero d’urgenza presso il Pronto Soccorso garantisce gli interventi diagnostici e terapeutici d’urgenza, il primo accertamento diagnostico clinico, strumentale e di laboratorio, e tutti quegli interventi necessari alla stabilizzazione del paziente.

Il Pronto Soccorso è operativo  24 ore su 24, 365 giorni all’anno.


Ordinario o di Elezione

E’ motivato da apposita richiesta del Medico di Base o del medico specialista operante negli ambulatori ospedalieri ed extra ospedalieri.


Il ricovero ha luogo sulla base della disponibilità del posto letto comunicata al domicilio dell’interessato.
Si consiglia di fornire più recapiti telefonici al fine di non perdere la comunicazione sulla disponibilità del posto letto.


Inoltre, il personale fornirà le utili indicazioni circa le modalità cui attenersi per l’arrivo in Ospedale.
E’ utile che il paziente porti con sé la documentazione sanitaria che lo riguarda e precedente al ricovero.


Ricovero a ciclo diurno

  • RICOVERO IN DAY-HOSPITAL:  è una forma di ricovero  programmato nel corso del quale vengono effettuate prestazioni diagnostiche e/o terapeutiche che, pur non comportando la necessità di un ricovero ordinario, non possono essere eseguite ambulatorialmente, poiché richiedono assistenza medica ed infermieristica protratta nella giornata. Di norma ogni singolo ricovero non supera le dodici ore: qualora non fosse possibile concludere in giornata tutti gli accertamenti o la terapia, si fissano altri ricoveri in day-hospital per i giorni seguenti.
  • RICOVERO IN DAY-SURGERY: è ricovero programmato per l'effettuazione di intervento chirurgico o procedura diagnostica invasiva e seminvasiva relative a patologie di bassa complessità, con dimissione entro lo stesso giorno dell’intervento chirurgico.

Il ricovero ha luogo sulla base della disponibilità comunicata al domicilio dell’interessato.
Inoltre, il personale fornirà le utili indicazioni circa le modalità cui attenersi per l’arrivo in Ospedale.

E’ utile che il paziente porti con sé la documentazione sanitaria che lo riguarda e precedente al ricovero.

 

Tempi di attesa Verifica i tempi di attesa Salta la coda

Procedure di ricovero

Il paziente destinato al ricovero programmato, sia ordinario che di day hospital – day surgery, deve presentarsi presso il reparto di degenza all’orario indicato dal personale e realizzare quanto prima la procedura amministrativa d’ingresso presso il CUP (Centro Unico di Prenotazione) situato al primo piano  dell’Ospedale, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 7:30 alle ore 19:00, il sabato dalle ore 7:30  alle ore 13:30.

Le procedure di ricovero hanno luogo nel rispetto della privacy dell’interessato, che può richiedere la segretezza del proprio ricovero con modulo preposto.


Cosa portare in caso di ricovero

Il paziente o i suoi familiari devono portare:


DOCUMENTAZIONE

  • Cittadini italiani:
    • richiesta di ricovero su ricettario regionale (impegnativa) del Medico di Base o dello Specialista, salvo che il ricovero sia avvenuto tramite Pronto Soccorso;
    • documento di riconoscimento;
    • tessera sanitaria o la Carta Regionale dei Servizi (nelle province che già si sono adeguate), o la Tessera europea di assicurazione malattia/ Certificato sostitutivo provvisorio della tessera europea di assicurazione malattia;
    • codice fiscale;
  • Cittadini dell’Unione Europea:
    • proposta di ricovero dello Specialista;
    • documento di riconoscimento (passaporto o carta d’identità);
    • Carta Regionale dei Servizi nelle province che già si sono adeguate;
    • tessera europea di assicurazione malattia/ Certificato sostitutivo provvisorio della tessera europea di assicurazione malattia, o l’originale/ copia di polizza assicurativa
  • Cittadini di paesi che hanno stipulato accordi bilaterali con l’Italia (Argentina, Australia, Brasile, Principato di Monaco, San Marino, se hanno diritto di usufruire di tali accordi in base alle leggi del proprio Paesi di origine):
    • documento di riconoscimento (passaporto o carta d’identità);
    • modello di assistenza rilasciato dal Paese di provenienza;
    • cittadini di altri Paesi stranieri:
    • proposta di ricovero dello Specialista;
    • documento di riconoscimento (passaporto o carta d’identità);
    • permesso di soggiorno;
    • eventuale tessera di iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale, o la Carta Regionale dei Servizi (nelle province che già si sono adeguate), o la Tessera europea di assicurazione malattia/ Certificato sostitutivo provvisorio della tessera europea di assicurazione malattia, o originale/ copia di polizza assicurativa;
  • Per tutti:
    • elenco farmaci che si stanno assumendo;
    • eventuale documentazione clinica posseduta (radiografie, esami, ecc…), anche relativa ad altre patologie/ malattie importanti da cui si è affetti.
    • documentazione rilasciata dall'APO dell'Ospedale di Suzzara.

In caso di ricovero d’urgenza, la documentazione sopra indicata (tranne la proposta di ricovero) deve essere presentata appena possibile a cura dei familiari del ricoverato.


EFFETTI PERSONALI

Si consiglia:

  • biancheria personale (più cambi);
  • pigiama e/ o camicia da notte;
  • vestaglie e/ o giacca da camera;
  • calzini;
  • pantofole;
  • asciugamani;
  • fazzoletti;
  • occorrente per igiene personale quotidiana.


Si consiglia di NON portare oggetti di valore (gioielli) e limitare le somme di denaro allo stretto necessario per le piccole spese.
L’Azienda non si assume responsabilità in caso di furto di oggetti e denaro.
La stessa documentazione deve essere presentata anche dopo i ricoveri a carattere d’urgenza, nel più breve tempo possibile.
In questi casi è opportuno lasciare sempre un recapito per eventuali comunicazioni.


Accertamenti preoperatori (in regime di ricovero ordinario e di day-surgery)

L’utente interessato al ricovero programmato in regime ordinario o in Day Surgery, accede agli accertamenti preoperatori senza compartecipazione alla spesa sanitaria.
Qualora agli accertamenti preoperatori non segua ricovero, gli stessi saranno considerati prestazioni ambulatoriali in regime di solvenza con versamento dell'intero costo da parte del cittadino utente.


La Dimissione

L’Ospedale è tenuto a trasmettere tempestivamente informazioni cliniche inerenti al ricovero ed all’esito dello stesso nella lettera di dimissione.
Quest’ultima deve contenere almeno i seguenti elementi:

  • motivo del ricovero;
  • gli accertamenti significativi svolti;
  • le diagnosi che hanno richiesto specifici trattamenti;
  • le procedure eseguite;
  • la terapia farmacologica ed gli altri trattamenti realizzati;
  • le condizioni del paziente alla dimissione;
  • la terapia farmacologica in corso e le relative modalità di assunzione, nonché indicazioni di follow-up.


La lettera di dimissione è consegnata al Medico di Medicina Generale, Pediatra di libera scelta ed alle Strutture destinatarie, a cura dell’Ospedale, previa acquisizione di consenso da parte del paziente, ovvero, in caso contrario, con consegna diretta al paziente stesso.


Il paziente, all’atto del ricovero, è invitato a formulare consenso esplicito al trattamento dei propri dati sensibili, su apposito modulo che costituisce parte integrante della cartella clinica, sul quale può precisare a chi destinare correttamente la lettera di dimissione.

Il Medico che dimette dovrà, altresì, fornire al paziente, anche successivamente, i referti clinicamente significativi pervenuti dopo la dimissione (esempio: esami istologici, colturali, strumentali, ecc…), a completamento della lettera di dimissione.


E’ opportuno che i familiari del paziente dimesso prendano contatti con i Coordinatori infermieristici per gli aspetti pratici connessi alla dimissione.


Il paziente che, nonostante il parere contrario dei medici, voglia essere dimesso, deve firmare una certificazione.

Le certificazioni attestanti l’avvenuto ricovero devono essere richieste al CUP.


Progetto Ospedale - Territorio: la continuità della presa in carico

L’Ospedale, di concerto con l’Azienda Sanitaria Locale della Provincia di Mantova, ha strutturato processi in grado di garantire la continuità ospedale – territorio, favorendo l’inserimento dei pazienti dimissibili in strutture residenziali, semi residenziali ed in assistenza domiciliare integrata, limitando così degenze ospedaliere inappropriate.
A tal fine è prevista in Ospedale la presenza di Assistente Sociale dell’ASL che è a disposizione per:

  • presa in carico del paziente e della famiglia prima del ricovero nelle varie strutture (IDR, RSA o ADI);
  • agevolare la continuità assistenziale sul paziente/ ospite nel passaggio tra strutture;
  • attivazione dei servizi sociali comunali laddove necessario.L’Assistente Sociale è presente presso locale al I^ piano ad uso Ambulatorio di Audiometria (telefono: interno 2619 – dall’esterno: 0376/ 517619) secondo il seguente orario di ricevimento:
  • martedì dalle ore 09.00 alle ore 13:00
  • giovedì dalle ore 09:00 alle ore 13:00.


Procedure post-dimissione

Le procedure effettuate nell’immediato periodo post-dimissione, sia dopo ricovero medico che chirurgico, e che siano strettamente correlate ai medesimi ed alle patologie che li hanno determinati, sono riconducibili al ricovero se effettuate, come di norma avviene, entro 10 giorni dalla dimissione (esempio: esami strumentali a completamento diagnostico, rimozione punti di sutura, medicazioni chirurgiche, ecc…).
Queste prestazioni vengono erogate senza oneri a carico dei pazienti, non richiedono emissione di impegnativa su ricettario del Servizio Sanitario Nazionale e sono gestite direttamente dall’Ospedale.
In particolare, per gli esami strumentali, la prenotazione potrà avvenire prima della dimissione tramite Centro Unico di Prenotazione, fornendo al paziente gli appuntamenti prima dell’uscita dall’Ospedale.
Ogni altra prestazione è richiesta direttamente dallo Specialista su Ricettario Unico Regionale, con prenotazione della stessa presso il Centro Unico di Prenotazione e  pagamento di ticket se dovuto da parte del paziente.


Il ricovero con maggior comfort alberghiero

Il paziente può richiedere che la sua degenza avvenga in condizioni di maggiori comfort alberghiero, secondo disponibilità del posto letto da verificare al momento del ricovero, cioè in stanza “riservata” a due letti di cui uno per l’accompagnatore. Per i pazienti assistiti dal SSN, gli oneri economici connessi alle cure sanitarie sono a totale carico del SSN; a carico del paziente è prevista una tariffa per il maggior comfort alberghiero.


Trasferimenti alla dimissione

Al momento della dimissione, il trasporto del paziente presso il proprio domicilio o struttura socio-sanitaria (ad esempio casa di riposo) può essere effettuato ricorrendo ad Associazioni di trasporto infermi tra quelle disponibili sul territorio (elenco richiedibile presso il reparto), ma con oneri a carico del paziente stesso.
Avvengono, infatti, con oneri a carico di questo Ospedale, esclusivamente i trasporti di pazienti ricoverati trasferiti ad altra struttura di ricovero e cura per esigenze cliniche sanitarie.